RULLI QUALE COMPRARE: MEGLIO UN RULLO DIRETTO O WHEEL-ON?

La stagione invernale è ormai alle porte, qualcuno ci è già dentro in pieno, qualcun altro fortunatamente no, ma i rulli si stanno scrollando la polvere di dosso nei garage e le applicazioni come Zwift, Rouvy o Bkool sono lì che ci fanno l'occhiolino dai nostri tablet.

 

Zwift

 

Due domande che i ciclisti si fanno in questo periodo sono:

 

- Quale rullo compro?

- È meglio un rullo diretto o un wheel-on? 

 

Oggi siamo qui per cercare di dare una risposta a questi quesiti, o meglio cercare di dire quale rullo sia più indicato per le diverse tipologie di ciclista.

 

 

Se dopo aver visto il video, vuoi approfondire, continua con la lettura di questo articolo.

 

WHEEL-ON O DIRETTO, L'IMPORTANTE È CHE SIA SMART

Saremo schietti, se volete usare i rulli più di 2 volte alla settimana il nostro personale consiglio è quello di acquistare un rullo smart, ovvero uno che si colleghi a una App di allenamento e regoli automaticamente la resistenza del freno. Costano leggermente di più visto che partono da 250 euro circa, ma permettono di allenarsi meglio e soprattutto di annoiarsi meno in sella.

 

Se per voi i rulli sono invece un prodotto da usare una volta ogni tanto, solo in caso di nubifragio e diluvio universale, allora lì potrebbe avere un senso un rullo non smart, ma in tutti gli altri casi la spesa maggiore è assolutamente giustificata. 

 

Zycle rullo - home trainer ZDrive

 

L'indoor cycling è incredibilmente utile per eseguire sessioni di allenamento strutturate con intervalli prestabiliti in modo preciso e "asettico" ovvero non condizionato da agenti atmosferici, dal traffico e dalla pendenza della strada che cambia. Anche per questo ci sono tanti professionisti che preferiscono svolgere i "lavori" sui rulli piuttosto che all'esterno, per poi invece fare tecnica e distanza nel mondo reale. 

 

È importante avere un rullo su cui si possa fare affidamento quando si spinge al massimo, ma che sia adatto alle esigenze reali del ciclista, allo spazio a disposizione e anche alle disponibilità economiche.

 

RULLI DIRETTI O WHEEL-ON: ECCO LA DIFFERENZA

Esistono 2 diversi tipi di rulli: quelli «Diretti» e quelli «Wheel-On». La differenza visivamente ovvia tra i due è il modo in cui la bici è attaccata al trainer: 

 

- Rulli Diretti: Lavorano direttamente sulla trasmissione della bicicletta, alla quale viene tolta la ruota posteriore e attaccata al rullo tramite il perno.

 

Rullo Elite - in azione

Photo ©Elite Cycling

 

- Rulli Wheel-on: Lasciano la bicicletta montata nella sua interezza e applicano la forza sullo pneumatico posteriore. 

 

Rullo Wahoo montato su mtb

Photo ©Michal Cerveny - Specialized Factory Racing

 

Per entrambi ci sono molti pro e contro a cui fare attenzione nel momento di scegliere quello più adatto alle proprie necessità. 

 

 

RULLI WHEEL-ON  

I rulli che lavorano sulla ruota sono un'opzione conveniente per l'allenamento indoor e sebbene siano spesso visti come una scelta economica, ci sono ragioni per cui sono migliori per alcuni ciclisti. Con i rulli wheel-on la resistenza si ottiene attraverso l'attrito tra la gomma posteriore e il rullo.

 

Resistenza magnetica del rullo da ciclismo

 

Nella maggior parte dei casi una resistenza magnetica regola questo attrito. Ma la quantità di resistenza che può essere creata non è quella che troverai su un rullo diretto. Normalmente i watt massimi sono limitati a circa 800 watt e questo potrebbe essere frustrante se sei un ciclista di alto livello. Tuttavia, per la maggior parte degli sforzi il limite sarà sufficiente e darà buoni margini di allenamento.

 

Cartone rullo Zycle Zpro

 

I rulli wheel-on risultano normalmente più pratici di quelli diretti perché occupano meno spazio e soprattutto hanno design che permette di ripiegarli e compattarli, per essere riposti in poco spazio. Questo è utile se non si dispone di uno spazio dedicato e si ha bisogno di preparare il campo, magari spostando divano e tavolo, ogni volta che ci si vuole allenarsi al chiuso. Inoltre, possono essere facilmente trasportati e messi in auto se li si vuole usare per riscaldarti prima di una gara.

 

Con un rullo wheel-on non si ottiene la migliore attrezzatura specifica per le sessioni di allenamento indoor o per le gare, ma si ottiene qualcosa che può fare entrambe le cose sufficientemente bene, il che lo rende un'opzione di buon valore.

 

Gomma Vittoria Zaffiro

 

Se si risparmia sul costo iniziale, è fortemente consigliabile investire in un copertone specifico da allenamento indoor (Schwalbe Insider, Vittoria Zaffiro, Elite Coperton)  o addirittura una ruota completa in più montata con copertone indoor. L'attrito tra lo pneumatico posteriore e il rullo che crea la resistenza causa una grande usura dello pneumatico. Gli pneumatici specifici per indoor training sono realizzati con una mescola che riduce al minimo il surriscaldamento, lo slittamento, l'usura e soprattutto il rumore.

 

Copertoni per home trainer

 

I rulli wheel-on sono anche molto più rumorosi di un rullo diretto, per questo sono sconsigliabili se si abita in un condominio e si fa allenamento in casa la mattina presto o la sera tardi. Se invece volete usare un rullo wheel-on con ruote tassellate da MTB siate certi di non avere nessuno nel raggio di 500 metri per non causargli sordità perenne.

 

Rulli Wheel-on

 

Le versioni intelligenti dei rulli wheel-on come il Kickr Snap di Wahoo, il Tacx Vortex, lo Zycle ZPro o l'Elite Tuo sono ora disponibili per meno di 400 euro. Questi consentono il collegamento a piattaforme come Zwift e regolano in autonomia la resistenza, il tutto a un prezzo accessibile. 

 

Per i ciclisti con un budget più limitato, è anche possibile guidare sulle strade virtuali di Zwift abbinando un turbo trainer wheel-on standard (non intelligente) con un sensore di velocità/cadenza o un misuratore di potenza come abbiamo spiegato nel nostro articolo: Come usare Zwift con un rullo non smart o interattivo.

 

Zwift

 

RULLI DIRETTI

I rulli diretti sono quelli più professionali e che offrono un'esperienza di guida più realistica: in definitiva sono i migliori in quanto a prestazioni. La maggior parte, se non tutti, sono smart e hanno un misuratore di potenza integrato. Naturalmente sono anche molto più costosi di un rullo wheel-on, basti pensare che è difficile trovarne uno sotto ai 600 euro di listino, per arrivare anche ben oltre i 1.000 euro per i top di gamma. 

 

 

Con un trainer a trasmissione diretta la ruota posteriore viene rimossa e il rullo prende il suo posto. La bici si attacca direttamente al trainer sui forcellini posteriori e la catena della bici aziona una cassetta che è collegata al trainer. Con questo stile di design, i rulli a trasmissione diretta sono spesso più grandi e pesanti dei wheel-on. Questo è ottimo per migliorare stabilità negli sprint fuorisella a 1000 watt, ma è anche scomodo se lo spazio in casa è limitato e non si ha un posto per riporlo quando hai finito di usarlo. Pertanto, i rulli diretti sono migliori per i ciclisti che hanno uno spazio dedicato all'allenamento e si allenano frequentemente.

 

Photo ©Wahoo Fitness

 

Se quindi si ha spazio e budget maggiore, i rulli a trasmissione diretta sono preferibili in quanto offrono una pedalata più fluida e si comportano in modo più efficiente rispetto a quelli wheel-on. Eliminano le imprecisioni create dallo slittamento della ruota e dalle incoerenze nella tensione dei rulli. Viene fornita anche una lettura della potenza più accurata, poiché la lettura proviene dall'asse posteriore, infatti un rullo wheel-on spesso leggerà valori minori a causa della potenza persa attraverso l'attrito della gomma posteriore.

 

Photo ©Elite Cycling

 

I rulli diretti permettono di raggiungere wattaggi molto elevati, i top di gamma anche oltre i 2000 watt e simulano pendenze oltre il 20%, per portare l'utilizzatore all'esterno senza uscire. 

 

I trainer a trasmissione diretta utilizzano un volano pesante per generare slancio e questo crea una simulazione più realistica della guida su strada. La mancanza di una ruota posteriore significa anche che si stanno risparmiando i tuoi pneumatici e i timpani di chi abita con te o vicino a te perché sono nettamente più silenziosi.  Il rumore limitato potrebbe migliorare il tuo programma di allenamento in quanto, ad esempio, ci si può allenare in momenti in cui di solito sveglieresti gli altri.

 

 

Senza il costo aggiuntivo di un nuovo pneumatico specifico o della ruota posteriore completa per un wheel-on, alcuni trainer a trasmissione diretta non sono nemmeno significativamente più costosi, l'Elite Suito, il Tacx Flux S o lo Zycle ZDrive ne sono un esempio.

 

COMPARIAMO DUE RULLI

Qui a PianetaMTB.it abbiamo testato recentemente due rulli della stessa azienda: lo ZPro e lo ZDrive di Zycle, un wheel-on e un diretto. Quale occasione migliore quindi per metterli a confronto.

 

Partiamo dai dati tecnici:

 

Zycle ZPro vs Zycle ZDrive - due rulli a confronto

 

Rullo Zycle ZPro

 

VANTAGGI ZYCLE ZPRO

- Facilità di montaggio

- Prezzo più basso

- Ottimo rapporto qualità prezzo

- Si adatta alle esigenze della maggior parte degli atleti

 

CONTRO DELLO ZYCLE SMART ZPRO

- Si consiglia di avere un'altra ruota con pneumatici speciali per il rullo

- La potenza che può essere applicata è inferiore a quella del diretto

- Alle pendenze massime non è reale

- Rumoroso

 

Zycle ZDrive - rullo

 

VANTAGGI ZYCLE ZDRIVE

- Le sensazioni sono molto più reali

- È molto più silenzioso

- È possibile applicare più potenza (1.800 W) in modo che gli allenamenti possano essere di alta qualità.

- La pendenza simulata aumenta, rendendo questo tipo di allenamento molto più reale

- La bici soffre meno le oscillazioni

- Ideale per chi cerca il massimo delle prestazioni

 

CONTRO ZYCLE ZDRIVE

- Necessità di strumenti per rimuovere/montare la cassetta (o portalo da un meccanico)

- È necessario disporre di una cassetta aggiuntiva da lasciare sul rullo

- Servono adattatori per montare la maggior parte delle biciclette

- Il suo prezzo è più alto

 

Allenamento sui rulli

 

OK, MA QUALE RULLO SCELGO?

Se ancora non sei arrivato a una scelta, abbiamo deciso di semplificare tantissimo la cosa per sapere quale tipo di rullo è quello più adatto alle tue esigenze, a seconda del livello e del numero di uscite che si fanno in bici.

 

- Se sei un atleta che fa la maggior parte delle uscite all'aperto durante tutto l'anno e usa il rullo meno di 10 volte al mese, senza fare intensi lavori specifici, il tuo rullo ideale è un wheel-on come la  Zycle ZPro. 

 

- Se fai rulli 2-3 volte a settimana in inverno e in estate fai lavori di qualità dentro casa per non essere disturbato dalle variabili esterne allora lo ZDrive, o un altro rullo diretto, è senza dubbio l'opzione migliore.

 

 

Altre News