Trek Supercaliber in Test, ci è arrivata la 9.8

Siamo andati a Bergamo presso la nuova sede di Trek Italia per ritirare la bici più attesa del 2020

Non possiamo nasconderlo, da quando ci è stata presentata pochi giorni prima del Bike Festival 2019, la nuova Trek Supercaliber è diventata uno dei nostri "chiodi fissi" perchè volevamo poterci salire in sella e mettere davvero alla prova quella che Trek dice di essere un "paradigm shifting", ovvero una bici che dovrebbe cambiare le carte in tavola unendo le caratteristiche positive di una hardtail con quelle positive di una full suspended, lasciando ferme ai box tutte le negatività. Più che curiosi eravamo ossessionati.

 

 

Come tutti voi biker anche noi di PianetaMTB abbiamo dovuto aspettare a lungo per mettere le mani su una Trek Supercaliber, esattamente 7 mesi, una gestazione vera e propria, ma finalmente pochi giorni fa abbiamo ricevuto LA chiamata da Trek Italia, quelle che ci avvisava che c'era una Supercaliber 9.8 pronta per essere testata.

 


Non ce lo siamo fatto ripetere due volte e siamo corsi a Bergamo nella nuovissima sede italiana dell'azienda americana (photo Michele Mondini).

 

Ad attenderci una Supercaliber 9.8 taglia M/L, Trek infatti oltre alle classiche taglie S-M-L-XL realizza anche una taglia intermedie M/L, perfetta per chi come il nostro tester (178 cm e altezza sella 74.5 cm) è sempre indeciso tra le due taglie.

 

MONTAGGIO 

La Trek Supercaliber 9.8 che abbiamo in test ha un montaggio da medio/alto di gamma infatti il gruppo è lo SRAM GX Eagle a 12 velocità, quindi un media gamma, ma con l'aggiunta della guarnitura in carbonio Truvativ Stylo Carbon Eagle, DUB, con pedivelle da 175mm (170 nella taglia S) e corona da 32t.

 

 

Una cosa che farà piacere a molti di voi là fuori è sapere che il reparto freni è affidato a una coppia di Shimano Deore XT M8100, tra i più affidabili e funzionali attualmente sul mercato.

 

 

Anche le ruote sono in carbonio ed escono dal catalogo Bontrager, le Kovee Elite 30 carbon gommato con Bontrager XR2 Team Issue da 2.20". Sempre in carbonio e marchiati Bontrager il reggisella Bontrager Pro OCLV Carbon da 31.6mm con 0mm offset, il manubrio Bontrager Kovee Pro OCLV Carbon con 5mm di rise e larghezza da 720mm, mentre l'attacco è il Bontrager Kovee Pro Knock Block con inclinazione di 13º e lunghezza di 70mm, in alluminio. Chiude il reparto componentistica la sella Bontrager Montrose Elite con forchetta in titanio e larghezza da 138mm e le manopole ESI Chunky.

 


Naturalmente grande attenzione al reparto sospensioni che è formato dalla forcella Fox Performance 32 Step-Cast Float EVOL con 44mm di offset e all'innovativo sistema posteriore Trek IsoStrut che sfrutta al suo interno un ammortizzatore Fox con comando remoto al manubrio su 2 posizioni, grazie alla particolare costruzione evita dispersioni di energia e un funzionamento lineare e iper rigido del sistema.

 

Noi vi abbiamo spiegato in modo dettagliato il suo funzionamento in questo video:

 

 

Nelle prossime settimane inizieremo a pedalare con la Trek Supercaliber 9.8 (costa 5.999,00 euro) su diversi tipi di terreno e vi terremo aggiornati sia con un articolo di "first ride", sia con un secondo articolo di test più approfondito e sviluppato nel tempo.


Rimanete sintonizzati...

 

 

Altre News