ARC8 EVOLVE FS, FULL DA XC SUPER LEGGERA, CON SISTEMA DI AMMORTIZZAZIONE MAI VISTO PRIMA

Dalla mente svizzera di Jonas Mueller arriva la nuova Arc8 Evolve FS, una full da XCO tanto estrema, quanto particolare. Un Mtb che farà sicuramente discutere su tutti i forum di appassionati della leggerezza (9.5 kg full completa) e della tecnica. Per noi la bici più interessante di questa prima parte della stagione

Dell'azienda svizzera ARC8 Bicycles ci eravamo accorti alla Swiss Epic 2021, vinta da Nicola Rohrbach proprio in sella a una Arc8 Essential. All'epoca quella bicicletta aveva attirato la nostra attenzione per le sue forme pulite e alcune soluzioni interessanti, ma l'incontro con quella mountain bike non ci aveva lasciato a bocca aperta come quello con la nuovissima ARC8 Evolve FS che viene lanciata proprio oggi, lunedì 30 maggio e che, secondo noi di PianetaMTB.it, è la mtb full suspended race più interessante di questa stagione. Non ci credete? Date un'occhiata alla foto qui sotto!

 

ARC8 Evolve FS

 

ARC8 EVOLVE FS IN PILLOLE

La nuova mtb full suspended da XC Arc8 Evolve FS è l'interpretazione di ARC8 della bici da gara. Leggera e veloce, ma soprattutto leggera e veloce sui sentieri reali. In ARC8 hanno iniziato a pedalare bici che oggi vengono chiamate DownCountry oltre 10 anni fa ed hanno capito che la maggior parte delle bici da 120mm moderne sono le "vecchie" bici XC aggiornate con forcelle da 120 mm di escursione, attacchi manubrio più corti, manubri più larghe e un reggisella telescopico.

 

ARC8 Evolve FS

 

Consideriamo questa la configurazione standard di una moderna bici da XC, hanno progettato l'Evolve FS al contrario, ovvero una bicicletta da 120 millimetri nativa, che però può essere portata a 110mm per determinati tipi di gare. La costruzione più leggera combinata a una geometria estrema e uno schema di sospensione inedito, ma molto efficiente, hanno portato a realizzare un prodotto che si distingue dagli altri, pensato per la massima efficienza in ambito racing.

 

Ora guarda il nostro video, poi se vuoi approfondire continua nella lettura di questo articolo:

 

 

METTI UN INGEGNERE SVIZZERO A TAIWAN

Arc8 Bicycles è un'azienda svizzera creata da Jonas Mueller e Serafin Pazdera. Quest'ultimo è il cervello del marketing il primo invece è il cuore pulsante del progetto. Jonas è un ingegnere meccanico che si è trasferito a Taiwan per lavorare allo sviluppo dei telai di brand internazionali molto importanti e di cui ha seguito anche, e soprattutto, i processi di laminazione del carbonio.

 

ARC8 Evolve FS

 

Accumulata tanta esperienza e allacciato rapporti con le aziende migliori, Jonas ha deciso di far partire il suo brand creando biciclette seguendo solo le sue idee, senza guardare al mercato, mettendo nel progetto tutto quello che secondo lui funzionava di più. La prima Essential, come dicevamo, era una bella MTB, funzionale e leggera, ma è con la nuova Evolve FS che Arc8 va davvero ad alzare l'asticella presentando una bici che racchiude in sé alcune delle migliori soluzioni costruttive.

 

 

Alcune forse discutibili, per creare qualcosa che esce nettamente fuori dal coro, una mtb full suspended da gara che unisce geometria estrema, schema sospensivo inedito e una leggerezza quasi imbarazzante.

 

QUANTO PESA LA ARC8 EVOLVE FS?

La ARC8 Evolve FS XX1 AXS (con forcella da 100mm e mono da 110mm) in taglia M pesa 9.5 kg, mentre il solo telaio comprensivo di ammortizzatore pesa 1.775 grammi. Pesi davvero interessanti, soprattutto se si pensa che l’allestimento XX1 AXS comprende anche reggisella telescopico, movimento filettato BSA, corona da 36t, liquido tubeless e portaborraccia, quindi non un allestimento tirato all’osso per far piacere alla bilancia. La versione da 120 mm supera di poco i 10 kg.  

 

 

Per raggiungere un peso del telaio di 1.240 grammi (senza ammortizzatore), ARC8 Bicycles ha investito molto in FEA (Finite Element Analysis), ovvero analisi agli elementi finiti (FEA), una tecnica di simulazione al computer usata nelle analisi ingegneristiche che utilizza il Metodo degli elementi finiti (o FEM) per simulare il comportamento dei vari materiali senza quindi dover creare costosi prototipi.

 

 

Utilizzando Laminate Tools, Arc8 ha creato e analizzato più di cinquanta diversi layup, cosa che non sarebbe stato possibile realizzando prototipi fisici. Questo gli ha permesso di creare la miglior laminazione del carbonio. Questa particolare laminazione è quella da cui parte il progetto e non il contrario.

 

 

Così facendo ARC8 può garantire una struttura in carbonio che può essere prodotta con una qualità elevata e costante. Sebbene l'obiettivo nello sviluppo di telai in carbonio molto spesso risieda solo sulla rigidità e sul peso, Arc8 si impegna per ridurre al minimo la possibilità di difetti di fabbricazione come vuoti, rughe o aree a bassa compattazione, in modo da rendere i prodotti in carbonio non solo leggeri e rigidi, ma anche durevoli.

 

 

GEOMETRIA: CANCELLATE TUTTI I PRECONCETTI

La ARC8 Evolve FS è una bicicletta da competizione, in tanti la definiranno una DownCountry, per la sua geometria e perchè sviluppata su sospensioni da 120 millimetri, ma qui il DownCountry c'entra ben poco, qui parliamo di Cross Country 2.0 (avete visto il percorso di Petropolis che ha aperto la Coppa del Mondo XCO 2022).

 


ARC8 Bicycles voleva creare una bici che si distinguesse da tutte le altre. La loro Essential era un'ottima bici, ma era progettata per essere un telaio da "rimarchiare", il che significa che doveva piacere a una vasta gamma di utenti. L'Evolve FS invece è una Arc8 e basta, quindi dentro lo studio di progettazione, mentre guardavano alle bici già presenti sul mercato, si sono detti: «Perché fare piccoli passi se sappiamo già dove finiremo inevitabilmente tra qualche anno? Portiamo la Evolve FS un passo più avanti verso il futuro».

 

GEOMETRIA: 65, 76, 465

Per farvi capire quanto sia estrema la Arc8 Evolve FS guardiamo insieme la sua geometria.

 

geometrie ARc8 Evolve FS

 

Angolo di sterzo da 65°, Reach da 465 millimetri in taglia M, angolo piantone da 76° e un wheelbase da 1.200 millimetri. Se torniamo indietro di 5 anni, queste quote sarebbero state quelle di una bicicletta da 180 millimetri, invece sono quelle di una bici da 120 millimetri che supera di poco i 10 kg di peso ed è pensata per le gare XC.

 

 

Secondo ARC8 la geometria della Evolve FS è il futuro delle bicicletta da XC, che saranno sempre più create con queste quote. Una mountain bike molto lunga anteriormente e con un wheelbase enorme, che permette tanto controllo in velocità, ma nonostante questo un carro corto e reattivo (430 mm) che entra con lo snodo dentro al tubo piantone per massimizzare la rigidezza.

 

Photo ©Mirror Media - BCA

 

Abbiamo potuto provare in anteprima mondiale la bestia di ARC8 e durante il nostro short test della Evolve FS abbiamo dovuto abituarci a questa geometria estrema, soprattutto nei tratti stretti in salita, abbiamo dovuto modificare la nostra classica posizione in sella, costringendoci ad essere sempre aggressivi e caricati anteriormente, una bici che ti porta a spingere, senza compromessi, per ottenere il meglio.


ANGOLO DI STERZO E ATTACCO MANUBRIO, ECCO COME SONO IN RELAZIONE

Secondo Arc8 esiste un'importante relazione tra l'angolo del tubo sterzo e la lunghezza dell'attacco manubrio. Un angolo del tubo sterzo più verticale rende lo sterzo più immediato, a volte nervoso, mentre un angolo del tubo sterzo più aperto sembra più permissivo, ma richiede più input da parte del ciclista.

 

 

Uno stem più lungo, d'altra parte renderà lo sterzo meno reattivo e renderà più facile guidare bici con angolo sterzo chiuso, mentre un attacco corto creerà una sensazione più diretta e accelererà lo sterzo.

 

Photo ©Mirror Media - BCA

 

Quindi uno stelo corto con un angolo del tubo sterzo aperto crea un feeling di guida simile a quello di uno stem lungo con un angolo del tubo sterzo verticale, ma posiziona il biker più al centro della bicicletta, mettendolo in una posizione migliore per affrontare sia le discese, sia le parti tecniche in salita.

 

 

CHE ATTACCO MANUBRIO BISOGNA USARE?

ARC8, seguendo la filosofia di cui sopra, dice che la Evolve FS è progettata per essere montata con attacchi manubrio più corti rispetto a quelli abitualmente utilizzati nell'XC, ovvero da 35 a 70 mm. Non è un caso che ARC8 realizzi direttamente anche una serie di componenti, tra cui reggisella e manubrio integrato, marchiati Faserwerk, che si adattano perfettamente alla geometria della Evolve FS, oltre che essere estremamente curati e ricercati.

 

 

SOSPENSIONE SLIDER: RITORNO AL FUTURO

L'altra grossa novità della Arc8 Evolve FS è il sistema di ammortizzazione che abbandona biellette e link, per utilizzare una sorta di sistema diretto che sfrutta due slider a lato dell'ammortizzatore per dare rigidità e linearità allo schema.

 


Se lo si guarda bene è un sistema che ricorda il tanto acclamato IsoStrut della Trek Supercaliber, ma semplificato e reso utilizzabile con sospensioni ben oltre i 60 mm. L'idea del sistema Slider Suspension non arriva però dal futuro, bensì dal passato. Infatti i primi telai mountain bike full suspended non presentavano parti di rimando e schemi complessi, ma gli elementi di sospensione a scorrimento lineare erano la norma.

 


Esempi famosi sono B2 di AMP Research, FS di Manitou o i primi telai full suspension ARC di Yeti. Tutti hanno utilizzato l'ammortizzatore come guida lineare, ma il fatto che tutte le forze si scaricassero sul mono comportava anche l'insorgere di molti guasti, quindi tutti sono passati a sistemi con elementi di collegamento.

 

 

In generale, si desidera che i link siano rigidi, leggeri e permettano alla sospensione di lavorare al meglio. I piccoli link che vediamo sulla maggior parte delle biciclette sono leggeri, rigidi e aiutano a posizionare il mono per lasciare maggior spazio possibile al montaggio di 2 portaborraccia.

 

 

Secondo Arc8 però più un link è piccolo, meno permette di far lavorare al meglio la sospensione. I collegamenti trasformano un movimento lineare in una rotazione, il che significa che le funzioni trigonometriche vengono coinvolte quando si tratta del rapporto di sospensione (il rapporto tra la corsa sull'asse posteriore e la corsa dell'ammortizzatore). Più il leveraggio deve ruotare, più la curva del rapporto di sospensione sembra una curva sinusoidale, ma idealmente vorremmo una linea retta. Una bielletta è piccola, compatta e rigida, ma crea una leva indefinitamente lunga.

 

SOSPENSIONE SLIDER: I VANTAGGI

Gli esperti di sospensioni dicono che il rapporto di sospensione dovrebbe incrementare in maniera costante più si va ad utilizzare corsa della sospensione. Evitanto l'utilizzo di link ARC8 ha ottenuto un grafico del rapporto di sospensione molto vicino a quella linea retta ideale dall'alto verso il basso. In pratica ARC8 ha creato una sospensione quanto più lineare possibile.

 


Il confronto del rapporto di leva tra la "vecchia" Essential e la nuova Evolve FS mostra la differenza tra sospensione lineare pura e una più progressiva. La sospensione Slider consente di regolare caratteristiche come anti-squat e progressione in modo indipendente e soprattutto con grande semplicità. Ad esempio, cambiando l'angolo dei binari cambia solo la progressione, spostandoli su o giù aumenta o diminuisce solo la corsa e spostando il perno principale cambia il livello di anti squat. In pratica ARC8 dice che questo sistema può essere applicabile ad ogni tipologia di Mtb.

 


Il cursore di scorrimento sui binari utilizza gli stessi componenti utilizzati nelle sospensioni di fascia alta: le boccole Norglide scorrono su aste in alluminio anodizzato duro e lucidato. Le guarnizioni SKF a basso attrito di fabbricazione svizzera tengono fuori lo sporco. Poiché l'ammortizzatore della ARC8 Evolve FS non ha necessità di link, può essere posizionato orizzontalmente sotto al tubo orizzontale, questo crea spazio per una seconda borraccia.

 

 

DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA

La ARC8 Evolve FS già con queste caratteristiche spicca davvero tra tutte le altre mountain bike, ma ci sono ancora altre caratteristiche che la rendono davvero incredibilmente curata nei dettagli. Abbiamo già detto che il carro posteriore si inserisce all'interno del tubo piantone (ricorda il Chainstay Garage di Cannondale).

 

 

Il forcellone entra nel tubo sella anziché attorno ad esso, creando una connessione molto rigida. Utilizziamo cuscinetti Enduro Max, specificatamente progettati per telai MTB full suspension.

 

Un dettaglio che fa davvero molto piacere vedere sulla ARC8 Evolve FS è il movimento centrale filettato BSA, non leggero come il PressFit, ma decisamente più comodo e affidabile.

 

 

Interessante anche la forma del tubo obliquo è quella tipica delle biciclette Aero, con sezione triangolare smussata, questa scelta non deriva solo per una questione aerodinamica, di minore importanza in Mtb, ma piuttosto perché questa forma fa sì che il fango si attacchi meno facilmente rispetto a un tubo di sezione tonda o addirittura rettangolare.

 

 

La serie sterzo utilizzata è di Acros e permette di integrare perfettamente i cavi al suo interno in modo da migliorare il passaggio e anche di rendere la linea della bicicletta più pulita.

 


Non poteva mancare l'attacco posteriore Flat Mount della pinza freno e il forcellino con standard universale Sram UHD.

 

 

INTERESSATI? NON C'È LA TAGLIA S

Un po' come si è già visto con la Unno Horn, anche la Arc8 Evolve FS non ha una gamma taglie particolarmente ampia. Se gli spagnoli offrono la Horn in un'unica taglia, la Evolve invece è disponibile in 2 taglie: M ed L.  ARC8 spiega questa limitazione in questo modo: Abbiamo pianificato di realizzare la Evolve FS in tre taglie, S/M/L.

 

ARC8 Evolve FS

 

Ma poi abbiamo ricevuto il primo campione in taglia M e tutti i tester da 1.60 a 1.80 cm sembravano adattarsi perfettamente a quella misura. Cercare di capire la motivazione ci ha regalato notti insonni. Sono state effettuate molte misurazioni, foto e analisi delle geometrie. Alla fine abbiamo portato la bici ad Andreas Gösele, medico della squadra olimpica svizzera e noto esperto di bike fitting. Come si è scoperto, abbiamo creato una geometria altamente adattabile e una taglia S semplicemente non è necessaria.

 

MENO CARA DI QUELLO CHE PENSATE

Siamo sicuri che arrivati a questo punto vi sarete fatti un'idea ben precisa della ARC8 Evolve FS, ci sarà qualcuno che ne sarà innamorato e qualcun'altro che la riterrà la peggiore bici sulla terra. Di sicuro però sarete ben convinti che oltre ad essere una bicicletta "unica" sia anche fuori scala dal punto di vista del prezzo.

 


Questa era l'idea che ci eravamo fatti anche noi prima che da ARC8 ci arrivasse il listino prezzi. In realtà il prezzo ci ha sorpreso perchè ce lo aspettavamo ben più alto. Allora non stiamo parlando di mtb economiche, ma se consideriamo che il top di gamma montata SRAM XX1 AXS, sospensioni Rockshox SID Ultimate 100 mm/110 mm, reggisella Bike Yoke, ruote Newmen in carbonio con canale da 30" e freni Magura MT8 SL, ha un prezzo di 9.999 euro, possiamo dire che è un prezzo in linea con molte altre aziende e inferiore alle più blasonate.

 

Subito sotto si posiziona il modello montato con Shimano XTR e forcella Fox 34 120mm, con un prezzo di 8.999 euro. Mentre il "primo" prezzo con montaggio Shimano XT M8100 si attesta a 6.199 euro. Molto interessante il fatto che la ARC8 Evolve FS venga offerta anche come kit telaio a 3.299 euro.


INFO LINE

www.arc8bicycles.com

Altre News