TEST SHIMANO S-PHYRE XC9, LE SCARPE PER CHI AMBISCE A SALIRE SUL PODIO

Da quando le indossa Mathieu Van der Poel sono diventate un must e il loro colore blu elettrico non le fa certamente passare inosservate. Ci sono anche verdi e nere.

Come si fa a non notarle? Il loro blu elettrico è tanto distintivo quanto sinonimo di cattiveria agonistica, o forse è il fatto di vederle sempre ai piedi a di atleti di altissimo livello come Mathieu Van Der Poel che le sceglie sia per la Coppa del Mondo XC sia per quella Ciclocross.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC 9


Le Shimano S-Phyre XC9 sono il modello di punta della linea di calzature Off-Road agonistico del colosso giapponese. Filanti, leggere (359 grammi per la singola scarpa in taglia 44) hanno il loro punto di forza in un'estrema rigidità della suola, che in parole povere si traduce in massimo trasferimento della potenza dai nostri muscoli al pedale.


Per realizzare queste scarpe Shimano ha scelto come partner due tra le aziende più innovative del settore BOA e Michelin. L'intersuola full-carbon è incredibilmente rigida e sottile, questo per avvicinare al massimo il piede all'asse del pedale e limitare la dispersione della potenza in fase di spinta.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, la suola


La tomaia è in microfibra traforata, realizzata in due pezzi e linguettone con design semi-avvolgente, mentre la suola è minimale, con 6 tacchetti triangolari posteriori e due anteriori realizzati in mescola iper-grippante Michelin posizionata solo dove serve e naturalmente predisposizione ai tacchetti anteriori da 18mm da utilizzare su terreni particolarmente fangosi. 

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, tacchetti

 

Tutta la scarpa è caratterizzata da una linea molto low-profile, con una leggera protezione anteriore. Oltre che nel blu elettrico sono disponibili anche in un verde che non passa inosservato e nel classico nero.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, primo piano


Insomma le Shimano S-Phyre XC9 sono scarpe che trasudano voglia di gareggiare, di podio e di velocità.

 

PROVA SUL CAMPO

Noi di PianetaMountainbike.it abbiamo testate le Shimano S-Phyre XC9 per gran parte della stagione utilizzandole in uscite brevi e tirate in puro stile XC ed escursioni più lunghe con ritmo da Marathon, ma anche durante giri gravel in cui prevale la voglia di divertimento e di scoperta.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC 9 azione


Il primo approccio con queste calzature avrebbe potuto essere problematico poiché noi normalmente utilizziamo un 43.5, ma ce le hanno consegnate della taglia 44 ed abbiamo avuto paura di trovarci con una scarpa troppo larga di pianta.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, chiusura BOA

 

Siamo stati subito contraddetti, infatti grazie alla doppia chiusura BOA siamo riusciti a trovare il fit perfetto regolando i volumi anteriori e sul collo in modo da avere una scarpa che si adattava come un guanto al nostro piede. Inoltre nella soletta è presente un inserto removibile in plastica che permette di modificare l'altezza nella zona dell'arco plantare così da evitare punti di vuoto sulla pianta e avere sempre il massimo contatto con l'intersuola in carbonio e, di conseguenza, la massima spinta possibile.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC 9 azione


Nonostante i 6 punti di aggancio della chiusura BOA non risultano punti di pressione che causano fastidi. Molto utile il passafilo PowerZone sull'avampiede, ovvero la zona anteriore che può essere regolata in base alle proprie preferenze. Oltre al normale tiraggio del rotore BOA se desideriamo una maggiore aderenza basta avvolgere il filo intorno al gancio.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, tallone

 

Uno dei problemi che spesso accusiamo indossando scarpe ultra-rigide è il tallone che tende a sollevarsi e uscire, con le Shimano S-Phyre XC9 questo non accade per la presenza di una talloniera esterna per assicurare una maggiore stabilità, unita alla presenza di un materiale anti-scivolo interno. Piuttosto basse sulla caviglia permettono di pedalare liberamente sfruttando tutto il lavoro della caviglia.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, caviglia


La suola in carbonio ha un valore di rigidità 11 (su una scala con massimo a 12) ed effettivamente non si percepisce nessuna minima flessione durante la pedalata anche quando si spinge con tutta la nostra forza sui pedali per uno scatto in salita.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC 9 azione

 

Certo, questo si traduce anche in una maggiore difficoltà durante le fasi di camminata, ma bisogna tenere conto che queste scarpe sono realizzate per gli agonisti puri e il loro obiettivo è quello di raggiungere la massima performance possibile.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, suola

 

Non abbiamo mai percorso lunghi tratti a piedi, ma in quelle poche "camminate" che abbiamo fatto indossando le Shimano S-Phyre XC9 non abbiamo sofferto troppo di mancanza di trazione, la mescola Michelin è morbida e offre un buon grip sulla maggior parte delle superfici, naturalmente in caso di presenza di molto fango diventa indispensabile applicare i due tacchetti anteriori.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC 9 azione


La tomaia ventilata offre un buon flusso d'aria interno, ma non sono le scarpe più ventilate che abbiamo provato, cosa che le rende ottime anche per l'uso invernale nelle competizioni di ciclocross, ma allo stesso tempo non fa sudare troppo il piede in estate.

 

A CHI LE CONSIGLIAMO

Le Shimano S-Phyre XC9 sono una scarpa da agonisti, ma questo non vuol dire che siano una macchina da guerra scomoda e troppo rigida, anzi la perfetta regolazione dei volumi, l'ampio spazio per le dita in punta e il tallono sempre ben in posizione le rendono comode anche sulle lunghe distanze. Sono scarpe altamente performanti che avvolgono il piede a 360º senza stringerlo, certo non sono indicate per chi pensa di camminare lunghi tratti in montagna, ma sono tra le scarpe con il miglior trasferimento di potenza provate fin'ora.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC, primo piano

 

Naturalmente la massima resa la si ottiene andando ad abbinarle a un paio di pedali Shimano XT o XTR studiati appositamente per massimizzare la zona di spinta. Perfette per l'XC e il ciclocross, ottime per chi cerca il risultato nelle GranFondo e Marathon.


Come gran parte dei componenti di altissima gamma le Shimano S-Phyre XC9 non sono propriamente economiche, 349,99 euro al paio, ma vi assicuriamo che difficilmente troverete una scarpa che accomuna performance e comodità come questa, non a caso sono le scarpe scelte da Mathieu Van Der Poel.

 

Scarpe Shimano S-Phyre XC

 

Taglie disponibili dal 36 al 48, comprese le intermedie (dal 37.5 al 46.5). Per chi ha la pianta larga del piede, nessun problema c'è la versione Wide.

 

Info e dettagli bike.shimano.com

Altre News