Il campionato del mondo di XC Eliminator è franco - svizzero

Chengdu (Cina): La stagione della specialità XC Eliminator, dopo una Coppa del Mondo poco seguita, si è conclusa oggi con il campionato del mondo che si è corso in Cina presso il Xinhua Park che ha ospitato le due gare. Il contesto era quello. Non sappiamo che futuro avrà questa specialità, visto che l'UCI sembra puntae sulla nuova specialità Short Track. Gli iscritti alla gara maschile erano solo 20 e solo 8 a quella femminile. Non c'erano italiani.

 

 

La gara maschile ha visto come protagonista assoluto il francese Titouan Perrin Garnier che vinto nettamente la finale, portandosi a casa la maglia iridata dopo quella di campione d'Europa che aveva indossato a fine luglio a Boario. Pensate che è dal 2013 che tutti gli anni vince il titolo nazionale francese XCE. Ha vinto riuscendo ad evitare la volata con il baffo tedesco Simon Gegenheimer, bronzo all'altro galletto, Lorenzo Serres. Eliminato in semi finale il campione del mondo in carica, l'austriaco Daniel Federspiel. Medaglia di legno per spagnolo Mingorance, quarto.

 

 

Vincere il titolo continentale ha la sua importanza, guarda caso pure la svizzera Kathrin Stirnemann che a Boario aveva indossato la maglia bianco - blu - azzurra con le stelle gialle dell'Europa, oggi in Cina è stata la più forte. Per lei quello di oggi è il secondo oro mondiale in questa specialità, dopo quello che aveva conquistato nel 2014 in Norvegia a Hafjell. Argento per la Svezia con Ella Holmegard e bronzo alla Francia con Perrine Clauzel. Quarta la polacca Torobos.

 

 

 

Photo: ©Leo Zhukov - UCI MTB

Altre News