Marco Aurelio Fontana e Eva Lechner, due firme tricolori a Nalles

670 atleti provenienti da 20 nazioni hanno partecipato alla tappa d' apertura degli Internazionali d' Italia

A Nalles (BZ) ieri ma anche questa mattina è stata corsa la dodicesima edizione della "Marlene Südtirol Sunshine Race", gara internazionale di mountainbike, valida come tappa d' apertura degli Internazionali d' Italia. I due più forti atleti italiani nell' ambito cross country hanno messo il loro sigillo su questa edizione, parliamo di Marco Aurelio Fontana e di Eva Lechner.

L' evento organizzato dal team Sunshine Racers quest'anno ha registrato l' iscrizione di 670 atleti provenienti da 20 nazioni. Gli uomini oggi hanno dovuto fare otto giri (36,7 km), le donne e gli juniores cinque (26,7 km). La parte iniziale era stata rivista per facilitare la scrematura del gruppo nella fase iniziale della gara.

La gara Open maschile : Marco Aurelio Fontana (Cannondale) alla fine è riuscito a vincere in 1 ora 37' 10" davanti al duo spagnolo composto da Ivan Alvarez Gutierrez (cui un distacco di soli 5" ha impedito il terzo sigillo a Nalles) e José Hermida (+ 13") dopo sette giri ricchi di emozioni, duelli e ribaltoni al comando.

Quarto il tedesco Manuel Fumic (+ 1' 08"), mentre tra gli under 23 sul primo gradino del podio è salito Luca Braidot (sesto assoluto). Fontana a fine gara : “Finalmente ce l'ho fatta a conquistare la mia prima vittoria a Nalles. Ormai è da anni che partecipo a questa corsa ma non ero mai riuscito a vincere, ci tenevo davvero molto e anche la starting list era di quelle impegnative.

Sono contento. Sapevo di essere il più forte in discesa, in salita ho tenuto duro, sono quasi morto per resistere al ritorno di Ivan ma alla fine ci sono riuscito. Ho avuto un problema alla spalla all'inizio questa stagione, ora è arrivato il primo sigillo e devo dire che sono più tranquillo
.”

Davvero appassionante l'evolversi della prova, che ha visto a sorpresa il tedesco Manuel Fumic della Cannondale tentare un avvio col piede ben pigiato sull'acceleratore. Alla sua ruota si sono tuttavia sistemati immediatamente il compagno di squadra e grande amico Fontana e lo spagnolo dell' Elettroveneta Corratec Gutierrez, che già nel corso della seconda tornata hanno preso la vetta della corsa, iniziando a sfidarsi in un duello ruota a ruota.

Fontana ha tentato di prendere il largo, portando il proprio vantaggio sul rivale anche a 22" nel corso del terzo giro. Gutierrez, seppur penalizzato da un problema alla sella, ha comunque retto l'urto e nei due successivi giri si è portato nuovamente a ridosso del pluricampione italiano, operando addirittura il sorpasso sull'ultima salita del penultimo giro, con Hermida sempre insidioso poche decine di metri dietro. I due sono nuovamente passati appaiati all'ultimo transito lungo il traguardo, ma Fontana ha poi sfruttato a dovere una scivolata dello spagnolo e si è quindi dimostrato imprendibile nell'ultima discesa. Ivan Alvarez Gutierrez, secondo a fine gara dichiarava: “Il secondo posto è un risultato che mi lascia un po' di rammarico, volevo vincere. Conosco bene questa gara e so quanto sia dura, ma al contempo davvero molto bella. Certo che qui a Nalles sono sempre un po' sfortunato e anche quest'anno la sella mi ha creato dei problemi, ma è stata colpa mia. Pazienza, tornerò il prossimo anno e cercherò nuovamente di conquistare il mio terzo successo su un tracciato che amo molto." Terzo Hermida, quarto Fumic e quinto il campione del mondo under 23, lo svizzero Litscher.

Assoluta Open maschile : 1. Marco Aurelio Fontana (Cannondale) 1h 37' 10”; 2. Ivan Alvarez Gutierrez (Elettroveneta) 1h 37' 14”; 3. José Hermida (Merida Multivan) 1h 37' 22”; 4. Manuel Fumic (Cannondale) 1h 38' 17”; 5. Thomas Litscher (Felt Ötztal X-Bionic) 1h 40' 47”; 6. Luca Braidot (Gruppo Sportivo Esercito) 1h 41' 19”; 7. Alexey Medvedev (Elettroveneta) 1h 41' 43”; 8. Tony Longo (Tx Active Bianchi) 1h 41' 57”; 9. Michele Casagrande (Elettroveneta) 1h 42' 23”; 10. Daniele Braidot (Gruppo Sportivo Esercito) 1h 42' 35”.

Gerhard Kerschbaumer, terzo nella categoria under 23: "Ho inziato la gara in modo positivo, poi però mi sono accorto di non stare benissimo fisicamente. Alla fine comunque il risultato mi soddisfa abbastanza. Anche io, come ad esempio Rita-Gunn Dahle, ho subito il furto della mia bici durante la notte: ho gareggiato con il modello vecchio, ma la differenza non era comunque molta e non è stato un fattore decisivo."

 


La gara Open femminile
: Il "Pro team Colnago Südtirol”, è stato il grande protagonista in campo femminile. Dopo la doppietta Lechner - Schneitter nella prova spettacolo (City Cross) di sabato, la squadra guidata da Edmund Telser oggi si è ripetuta grazie alla campionessa italiana Eva Lechner che si è imposta nella gara delle elite. La sua è la terza affermazioni quì a Nalles che rappresenta la gara di casa per la formazione altoatesina che in questi giorni è in ritiro a Naturno. “Sono davvero felice per questo successo, il mio primo in stagione. Sapevo che Elisabeth era più forte di me in salita, dunque ho cercato di non mollare e sono riuscita a superarla nuovamente prima dell'ultimo scollinamento. Poi in discesa sono riuscita a staccarla e a prendere il margine decisivo, non è stato comunque semplice.”

Eva dopo aver lasciato sfogare per due giri la campionessa austriaca Elisabeth Osl (Ghost Factory), nel corso del terzo giro ha raggiunto la fuggitiva e durante l' ultimo passaggio ha sferrato l’attacco decisivo sull’ultimo strappo prima del traguardo, dove è arrivata da sola dopo 1 ora 27' 54''. Dopo otto secondi è arrivata la Osl mentre dopo 1' 36'' è arrivata la campionessa svizzera Nathalie Schneitter, compagna di squadra della Lechner. Seguivano a 2' 12'' la norvegese Gunn Rita Dahle Flejaa (grande ospite dell'evento) seguita in quarta posizione dalla trentanovenne fuoriclasse norvegese Gunn Rita Dahle e la tedesca Adelheith Morath.

Successo dell'azzurra Serena Calvetti (Torpado Surfing Shop) tra le Under 23, la verbanese ha chiuso la corsa in 1:36:01, precedendo due ragazze del Pro team Colnago Südtirol. Seconda a  4’16” la svizzera Vivienne Meyer, e terza a 7' 07'' l’altoatesina Lisa Rabesteiner. In ambito juniores invece hanno dettato legge le ragazze dell' Italia occidentale.

Classifica Open femminile :1. Eva Lechner (Colnago Farbe) 1h 27' 54"; 2. Elisabeth Osl (Ghost-Factory) 1h 28' 01"; 3. Nathalie Schneitter (Colnago Farbe) 1h 29' 29"; 4. Gunn-Rita Dahle Flesjaa (Merida Multivan) 1h 30' 05"; 5. Adelheid Morath (Felt Ötztal X-Bionic) 1h 30' 24"; 6. Blaza Klemencic (Felt Ötztal X-Bionic) 1h 31' 09"; 7. Tanja Zakelj (Salcano Factory) 1h 34' 18"; 8. Rie Katayama (Specialized Japan) 1h 35' 03"; 9. Serena Calvetti (Torpado Surfing) 1h 36' 01"; 10. Alexandra Engen (Ghost-Factory) 1h 36' 54".

 


Doppietta della Valle d' Aosta al successo con Emilie Collomb (Pila Bike Planet) che ha staccato di 48'' Sara De Leo della Cicli Lucchini mentre sul terzo gradino del podio è salita la piemontese Giulia Gaspardino (Dytech)

L'altoatesino Beltain Schmid (ABC Egna) con il tempo di 1 ora 15' 17'' ha chiuso trionfalmente la gara degli juniores, staccando di ben 2' 20'' l'austriaco Michael Mayer, terzo a 2' 40'' il ligure Alberto Rossi (UCLA 1991) che regolava Jacopo Billy (Silmax Cannondale) e Massimo Rosa (Stacplastic).

In ambito giovanile segnaliamo i successi di : Matteo Cucchi dell' Alpin Bike di Sondrio (Esordienti 1° anno); Andrei Vlas del Melavì Tirano (Esordienti 2° anno). Invece tra le ragazze si sono imposte l'orobica Katia Moro (TX Active Bianchi) e la piemontese Martina Berta (Dytech). Invece per quanto riguarda gli Allievi si sono imposti Giorgio Rossi del TX Active Bianchi (1° anno) e Moreno Pellizon (UC Caprivesi). In ambito femminile Chiara Doveri (AS DVC) e l' austriaca Nadja Heigl.

Sabato avevano corso gli amatori, ecco i principali risultati :

Elitesport : 1. Riccardo Panizza (Comobike); 2. Alessandro Scotti (Mtb Iseo Nulli); 3. Daniel Jung (Asvlatsch Raiffeisen)

Master 1 : 1. Fabio Zampese (Bike Pro Action); 2. Ivan Galante (Bike Tribe); 3. Marcel Gruener (Urc Oetztal)

Master 2 : 1. Thomas Piazza (Sunshine Racers); 2. Klaus Fontana (ASC Olang); 3. Mauro Rampin (Scavezzon)

Master 3 : 1. Andreas Laner (Rainer Wurz), 2. Luca Zanandrea (Scavezzon); 3. Valentino Nave (Mtb Borghetto)

Master 4 : 1. Andrea Pendini (ADV Corratec); 2. Paolo Alverà (Olympia); 3. Marco Gilberti (Rosola)

Master 5 : 1. Roberto Viviani (Rosola); 2. Walter Perkmann (ASC Sarntal); 3. Leonardo Arici (Rosola)

Master Women : 1. Valentina Salvagni (ComoBike); 2. Mariaelena Mastrolia (La Bicicletteria)

Siamo in attesa dei risultati della gara Open maschile.


Il prossimo appuntamento con gli Internazionali d' Italia è fissato a Montichiari (BS) il 21 e 22 aprile.

 

Download

Altre News